FIRENZE DEI TEATRI A RISCHIO CHIUSURA

Stop all’info-point delle Murate, sospese le attività

Garantita solo l’assistenza agli abbonati Passteatri

FIRENZE dei TEATRI, l’associazione che da oltre dieci anni riunisce 20 teatri dell’area metropolitana fiorentina, chiude dal 6 marzo l'INFO POINT alle Murate e la sua attività futura resta SOSPESA. Se non ci saranno novità da parte delle Amministrazioni, in primo luogo il Comune di Firenze, che l'hanno fortemente voluta e fino allo scorso anno sostenuta, a fine maggio l’associazione cesserà definitivamente la proprio attività di promozione, comunicazione e coordinamento.

Un’esperienza che non solo ha segnato il mondo dello spettacolo fiorentino attraverso nuove forme di fruizione dell’offerta teatrale e culturale, ma che è stata ripresa da molte altre città in tutta Italia, oggetto di studi universitari e punto di riferimento per un pubblico in costante crescita.

Gli abbonamenti trasversali PASSTEATRI e PASSFAMILY – sei ingressi validi in tutti i teatri dell’associazione a prezzi estremamente vantaggiosi - hanno quest'anno raggiunto il picco del successo con 1.639 sottoscritti e 9.834 biglietti emessi: il 13% in più dello scorso anno.

Un patrimonio imperdibile per i Teatri dell'area metropolitana fiorentina in considerazione dell'altissimo numero di persone (adulti e bambini) che per la prima volta e, unicamente grazie ai progetti suddetti, sono entrati nei teatri beneficiando di un’offerta di qualità, senza fini commerciali, nel solo esclusivo interesse della diffusione della cultura.

Coerentemente con il percorso fino ad oggi realizzato, Firenze dei Teatri non abbandona il proprio pubblico e fino al termine degli abbonamenti in corso (fine maggio) resteranno disponibili i contatti tradizionali telefonici e email, nonché il sito web e le newsletter che contano oltre 7.000 iscritti.

L’associazione resterà attiva anche a livello istituzionale per mantenere i contatti con le Amministrazioni Comunali che l’hanno fino ad oggi sostenuta e che, solo parzialmente, hanno offerto garanzie per il futuro: Firenze, Scandicci, San Casciano V.P., Bagno a Ripoli, Calenzano, Barberino di Mugello, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino.

In particolare l’associazione si rivolge al Comune di Firenze che dal 2002 è sempre stato il principale sostenitore (oltre che maggiore beneficiario in termini di ritorno, considerato che ben 13 su 20 sono i teatri soci fiorentini), ma che nel 2012 ha ridotto il contributo del 57% passando dai 35.000 euro del 2011 a 15.000. Pesa sulla decisione di sospendere le attività soprattutto la decisione dell'Amministrazione di non rendere pluriennale il contributo, azzerando le certezze per il 2013 e con esse la possibilità di garantire concrete prospettive future di lavoro.

“Sono fiducioso – dichiara Marco Parri, presidente di Firenze dei Teatri – che le nostre amministrazioni pubbliche faranno il possibile per non disperdere una risorsa tanto importante e perdere così 10 anni di un lavoro di coordinamento che ha portato concreti benefici a teatri e al pubblico”

Per qualsiasi informazione potete contattare il numero 340/5985159 oppure scrivete a info@firenzedeiteatri.it

02 maggio 2014

Officina Teatro

Teatro Everest

INNOCENTE

regia di Mirko D’Urso

O-ssigeno

Respira, respira nell’aria,
non occuparti a preoccuparti.
Parti, ma non lasciarmi.

Guarda intorno, scegli il tuo terreno.
Per quanto tu possa vivere e in alto volare
e i sorrisi che donerai e le lacrime che verserai
e tutto ciò che tocchi e tutto ciò che vedi.
È tutto ciò che la tua vita sarà mai.

Pink Floyd

 

O-ssigeno è la nuova stagione rassegna del Teatro Everest.
Il nostro teatro respira, nonostante tutto.
Chiamati ad una nuova nascita ci siamo fatti trovare pronti, il nostro posto è questo.
O-ssigeno perché il nostro bisogno di teatro va col nostro bisogno di respirare.
O-ssigeno perché abbiamo bisogno di aria, di orizzonte, di futuro.
O-ssigeno perché è viziata l’aria che si respira quaggiù, ma noi vogliamo salire. Partire. Verso l’ossigeno. Verso la vita.

Il Teatro Everest è chiamato ad un nuovo inizio, ad un’altra stagione zero, ad una rinascita.
Quanto è difficile pensare, avere la voglia, la forza e la capacità di ricominciare. Ma questa fatica ancora una volta non la sentiamo, ancora una volta la Stagione rassegna Teatrale dell’Everest è pensata per vivere ed accompagnare il proprio pubblico attraverso le uniche vie che conosciamo, quelle dei sogni, degli incubi e dell’impegno. Quella via che solo il teatro può indicare.
Un nuovo inizio, un nuovo cammino che vogliamo fare insieme a voi che saprete apprezzarci e criticarci, amarci e detestarci. Abbiamo bisogno di voi, del nostro pubblico, anche quando la sintonia non sarà perfetta. Perché la crescita è fatta di errori e cadute e risalite e di amici che ti aiutano e bastoni tra le ruote, ma non è fatta di indifferenza.
Ancora una volta speriamo che il nostro lavoro, di tutti i professionisti che lavorano nel nostro teatro lo facciate vostro. Perché così è. Vostro. E la nostra stagione teatrale la dovrete mangiare, bere, ci dovrete dormire insieme.
La nostra stagione rassegna è O-ssigeno. Non vi resta che respirarla.

Via Volterrana, 4b
50124 Firenze


tel: +39 055 2321754
fax:
info@teatroeverest.it
http://www.teatroeverest.it

Orari biglietteria

dal lunedì al venerdì ore 15.30 - 19.30

Orario degli spettacoli:
Feriali:
ore 21.00
Festivi: ore 16.30

La biglietteria apre un’ora prima dello spettacolo 


COME RAGGIUNGERE IL TEATRO

Linee ATAF: 36 - 37
Ampio parcheggio

AREA TECNICA

ACCESSIBILITA' DISABILI:

Il Teatro Everest è provvisto di un ampio parcheggio nel quale sono stati predisposti dei posti auto riservati ai portatori di handicap.

Quattro accessi sono forniti di rampe e all'interno di tutto il teatro non sono presenti barriere architettoniche che possano rendere difficile lo spostamento delle persone con limitata capacità motoria.

All'interno della platea sono predisposti quattro posti per i portatori di handicap.