FIRENZE DEI TEATRI A RISCHIO CHIUSURA

Stop all’info-point delle Murate, sospese le attività

Garantita solo l’assistenza agli abbonati Passteatri

FIRENZE dei TEATRI, l’associazione che da oltre dieci anni riunisce 20 teatri dell’area metropolitana fiorentina, chiude dal 6 marzo l'INFO POINT alle Murate e la sua attività futura resta SOSPESA. Se non ci saranno novità da parte delle Amministrazioni, in primo luogo il Comune di Firenze, che l'hanno fortemente voluta e fino allo scorso anno sostenuta, a fine maggio l’associazione cesserà definitivamente la proprio attività di promozione, comunicazione e coordinamento.

Un’esperienza che non solo ha segnato il mondo dello spettacolo fiorentino attraverso nuove forme di fruizione dell’offerta teatrale e culturale, ma che è stata ripresa da molte altre città in tutta Italia, oggetto di studi universitari e punto di riferimento per un pubblico in costante crescita.

Gli abbonamenti trasversali PASSTEATRI e PASSFAMILY – sei ingressi validi in tutti i teatri dell’associazione a prezzi estremamente vantaggiosi - hanno quest'anno raggiunto il picco del successo con 1.639 sottoscritti e 9.834 biglietti emessi: il 13% in più dello scorso anno.

Un patrimonio imperdibile per i Teatri dell'area metropolitana fiorentina in considerazione dell'altissimo numero di persone (adulti e bambini) che per la prima volta e, unicamente grazie ai progetti suddetti, sono entrati nei teatri beneficiando di un’offerta di qualità, senza fini commerciali, nel solo esclusivo interesse della diffusione della cultura.

Coerentemente con il percorso fino ad oggi realizzato, Firenze dei Teatri non abbandona il proprio pubblico e fino al termine degli abbonamenti in corso (fine maggio) resteranno disponibili i contatti tradizionali telefonici e email, nonché il sito web e le newsletter che contano oltre 7.000 iscritti.

L’associazione resterà attiva anche a livello istituzionale per mantenere i contatti con le Amministrazioni Comunali che l’hanno fino ad oggi sostenuta e che, solo parzialmente, hanno offerto garanzie per il futuro: Firenze, Scandicci, San Casciano V.P., Bagno a Ripoli, Calenzano, Barberino di Mugello, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino.

In particolare l’associazione si rivolge al Comune di Firenze che dal 2002 è sempre stato il principale sostenitore (oltre che maggiore beneficiario in termini di ritorno, considerato che ben 13 su 20 sono i teatri soci fiorentini), ma che nel 2012 ha ridotto il contributo del 57% passando dai 35.000 euro del 2011 a 15.000. Pesa sulla decisione di sospendere le attività soprattutto la decisione dell'Amministrazione di non rendere pluriennale il contributo, azzerando le certezze per il 2013 e con esse la possibilità di garantire concrete prospettive future di lavoro.

“Sono fiducioso – dichiara Marco Parri, presidente di Firenze dei Teatri – che le nostre amministrazioni pubbliche faranno il possibile per non disperdere una risorsa tanto importante e perdere così 10 anni di un lavoro di coordinamento che ha portato concreti benefici a teatri e al pubblico”

Per qualsiasi informazione potete contattare il numero 340/5985159 oppure scrivete a info@firenzedeiteatri.it

04,05 febbraio 2017

Teatro Lumière

SONO UNA DONNA LACERONFUSA

di Grazia Scuccimarra

regia di Grazia Scuccimarra

11,12 febbraio 2017

Teatro Lumière

SHOWKEZZE

regia di Claudio "Greg" Gregori

08,11,13 marzo 2017

Teatro Lumière

RICETTE D'AMORE

di Cinzia Berni

regia di Paola Tanda

Costruita nei primi anni settanta per volontà del parroco di Badia a Ripoli, don Antonino Spanò, la sala completava come cinema parrocchiale l'adiacente circolo Centro Incontri. Inizialmente dunque non disponeva neppure di palcoscenico né di camerini per gli artisti. Ristrutturato più volte nel corso degli anni il cinema ha assunto da prima fisionomia di spazio polivalente e sede delle attività artistiche della storica compagnia filodrammatica Gisuè Borsi Ars Ante e quindi sempre più il ruolo vero e proprio di teatro. Chiuso verso la fine degli anni ottanta il teatro è stato completamente ristrutturato a partire dal 2006, con la costruzione del palcoscenico e di un moderno e attrezzato locale camerini e servizi per gli artisti. Dotato di strutture di accoglienza per disabili, fin sul palcoscenico, il nuovo teatro è stato inaugurato nel 2010, assumendo l'attuale insegna di Teatro Lumière.

Dal novembre 2010 all'aprile 2011 ha ospitato il primo cartellone ufficiale, con una stagione professionale di alta qualità, affidata al direttore artistico Marco Predieri, e con una programmazione parallela filodrammatica curata da Paola Tanda e Maurizo Del Buffa. Ad inaugurare la sala sono stati gli attori Michele La Ginestra ed Edi Angelillo nel novembre 2010, con lo spettacolo Radice di 2. Dopo solo due stagioni il teatro Lumière si è imposto tra le realtà più interessanti e seguite del panorama teatrale fiorentino e ha avuto la possibilità di ospitare Marco Morandi, Carlotta Proietti, Ugo Dighero, Roberto Ciufoli e molti altri.

Aderisce, con le altre principali sale della città e dei comuni limitrofi, all'associazione di categoria Firenze dei Teatri.

Dalla stagione 2015/2016, la direzione del Teatro Lumière è passata a Paola Tanda e Maurizio Del Buffa, ospitando diverse rappresentazioni interpretate da attori come Roberta Scardola, Cinzia Berni, Grazia Scuccimarra, Maurizio Lombardi. Evento d'eccezione la serata di beneficenza in favore dell'associazione Cure2Children, in cui Leonardo Pieraccioni ha intrattenuto l'entusiasta pubblico del Lumière.

Anima del teatro, sono tutti i volontari che grazie alla passione per il palcoscenico, ogni giorno fanno sì che questa avventura possa andare avanti.


STAFF:
Direzione artistica: Paola Tanda
Amministrazione: Maurizio Del Buffa
           
Via di Ripoli 231
50126 - Firenze

tel: 055 682 1321
fax: info@teatrolumiere.it
prenotazioni@teatrolumiere.it
http://www.teatrolumiere.it/

Orari biglietteria

Orari del botteghino:

Lunedì - mercoledì - venerdì dalle 17:00 alle 19:00

Orari di spettacolo:

Feriali ore 20:45 - Domenica ore 16:45

Abbonamenti 2016/2017:

Da 9 a 18 spettacoli a scelta, da 90 euro a 180 euro


COME RAGGIUNGERE IL TEATRO

LINEA ATAF

23A Fermata Marco Polo (viale Europa): proseguire in via Spagna per raggiungere via di Ripoli

8 Fermata Spagna (via di Ripoli): tornare indietro di 150 mt

IN AUTO

Dai viali di circonvallazione: direzione pz. Ferrucci
- da pz. Ferrucci/via G. Orsini, girare in via C. Salutati
- tenere la destra per imboccare via di Ripoli
- proseguire fino a pz. di Badia a Ripoli
- il teatro è subito dopo la piazza, in via di Ripoli 231

Dall'Autostrada: Uscita Firenze Sud
- sul raccordo prendere l'uscita Viale Europa
- al semaforo girare a sinistra su via Danimarca
- seguirla fino ad arrivare in pz. di Badia a Ripoli
- il teatro è subito dopo la piazza, in via di Ripoli 231

ACCESSIBILITA' DISABILI

Parcheggio privato a 20 metri dall'ingresso del teatro, sullo stesso marciapiede

Ingresso disabili sia in sala che sul palcoscenico

Posti per carrozine: 2

Assistenza del nostro personale anche nelle parti concernenti il parcheggio (su richiesta)

 

AREA TECNICA

Campienza 196 posti + 2 posti carrozzina disabili
3 camerini per gli artisti di cui uno a cinque posti trucco
Il teatro è completammente attrezzato per i portatori di handicap sia nelle parti di competenza del pubblico sia in quelle degli artisti.