FIRENZE DEI TEATRI A RISCHIO CHIUSURA

Stop all’info-point delle Murate, sospese le attività

Garantita solo l’assistenza agli abbonati Passteatri

FIRENZE dei TEATRI, l’associazione che da oltre dieci anni riunisce 20 teatri dell’area metropolitana fiorentina, chiude dal 6 marzo l'INFO POINT alle Murate e la sua attività futura resta SOSPESA. Se non ci saranno novità da parte delle Amministrazioni, in primo luogo il Comune di Firenze, che l'hanno fortemente voluta e fino allo scorso anno sostenuta, a fine maggio l’associazione cesserà definitivamente la proprio attività di promozione, comunicazione e coordinamento.

Un’esperienza che non solo ha segnato il mondo dello spettacolo fiorentino attraverso nuove forme di fruizione dell’offerta teatrale e culturale, ma che è stata ripresa da molte altre città in tutta Italia, oggetto di studi universitari e punto di riferimento per un pubblico in costante crescita.

Gli abbonamenti trasversali PASSTEATRI e PASSFAMILY – sei ingressi validi in tutti i teatri dell’associazione a prezzi estremamente vantaggiosi - hanno quest'anno raggiunto il picco del successo con 1.639 sottoscritti e 9.834 biglietti emessi: il 13% in più dello scorso anno.

Un patrimonio imperdibile per i Teatri dell'area metropolitana fiorentina in considerazione dell'altissimo numero di persone (adulti e bambini) che per la prima volta e, unicamente grazie ai progetti suddetti, sono entrati nei teatri beneficiando di un’offerta di qualità, senza fini commerciali, nel solo esclusivo interesse della diffusione della cultura.

Coerentemente con il percorso fino ad oggi realizzato, Firenze dei Teatri non abbandona il proprio pubblico e fino al termine degli abbonamenti in corso (fine maggio) resteranno disponibili i contatti tradizionali telefonici e email, nonché il sito web e le newsletter che contano oltre 7.000 iscritti.

L’associazione resterà attiva anche a livello istituzionale per mantenere i contatti con le Amministrazioni Comunali che l’hanno fino ad oggi sostenuta e che, solo parzialmente, hanno offerto garanzie per il futuro: Firenze, Scandicci, San Casciano V.P., Bagno a Ripoli, Calenzano, Barberino di Mugello, Campi Bisenzio, Sesto Fiorentino.

In particolare l’associazione si rivolge al Comune di Firenze che dal 2002 è sempre stato il principale sostenitore (oltre che maggiore beneficiario in termini di ritorno, considerato che ben 13 su 20 sono i teatri soci fiorentini), ma che nel 2012 ha ridotto il contributo del 57% passando dai 35.000 euro del 2011 a 15.000. Pesa sulla decisione di sospendere le attività soprattutto la decisione dell'Amministrazione di non rendere pluriennale il contributo, azzerando le certezze per il 2013 e con esse la possibilità di garantire concrete prospettive future di lavoro.

“Sono fiducioso – dichiara Marco Parri, presidente di Firenze dei Teatri – che le nostre amministrazioni pubbliche faranno il possibile per non disperdere una risorsa tanto importante e perdere così 10 anni di un lavoro di coordinamento che ha portato concreti benefici a teatri e al pubblico”

Per qualsiasi informazione potete contattare il numero 340/5985159 oppure scrivete a info@firenzedeiteatri.it

26,27,28 ottobre 2017

Fortebraccio Teatro

Teatro Rifredi

CANTICO DEI CANTICI

regia di Roberto Latini

26,27,28,29 ottobre | 02,03,04,05 novembre 2017

Teatro di Cestello & CdG

Teatro Cestello

Una scossa ondulatoria

di Augusto Novelli

regia di Marcello Ancillotti

27,28 ottobre 2017

Una produzione Secol Superbo e Sciocco produzioni in collaborazione con Mismaonda srl

Teatro Puccini

Come ne venimmo fuori

di Sabina Guzzanti

regia di Giorgio Gallione

01 novembre 2017

Una produzione A.GI.DI.

Teatro Puccini

Bestia che sei

di Stefano Benni

02,03,04 novembre 2017

Teatro Stabile di Genova – Festival delle Colline Torinesi – Proxima Res

Teatro Rifredi

GEPPETTO E GEPPETTO

di Tindaro Granata

regia di Tindaro Granata

03,04 novembre 2017

Una produzione Sardegna Teatro

Teatro Puccini

Quasi Grazia

di Marcello Fois

regia di Veronica Cruciani